Il sole e la nuvola

"Ad essere gentili e generosi non si ha nulla da perdere"... è la morale di questa bella favola di Gianni Rodari

SoleIl sole viaggiava in cielo, allegro e gloriosa sul suo carro di fuoco, gettando i suoi raggi in tutte le direzioni, con grande rabbia di una nuvola di umore temporalesco, che borbottava:

- Sciupone, mano bucata, butta via, butta via i tuoi i raggi, vedrai quanti te ne rimangono.

Nelle vigne ogni acino d’uva che maturava sui tralci rubava un raggio al minuto, o anche due; e non c’era filo d’erba, o ragno, o fiore, o goccia d’acqua, che non si prendesse la sua parte.

Nuvola- Lascia, lascia che tutti ti derubino: vedrai come ti ringrazieranno, quando non avrai più niente da farti rubare.

Il sole continuava allegramente il suo viaggio, regalando raggi a milioni, a miliardi, senza contarli.

Solo al tramonto contò i raggi che gli rimanevano: e guarda un po’, non gliene mancava nemmeno uno.

La nuvola, per la sorpresa, si sciolse in grandine. Il sole si tuffò allegramente nel mare.

Redazione

Leggi Anche


avatar Articolo scritto da Redazione il 19/05/2015
Categoria/e: Favole.



Lascia un commento

Newsletter di Favole e Fantasia

Ricevi i nostri articoli nella tua E-Mail



Favole e Fantasia
Favole e Fantasia
Collegati | Copyright 2012-2016 FavoleFantasia.com è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655