Il foglio e le matite colorate

"L'attenzione e la guida nella crescita di un bambino faranno di lui un essere felice!"... è la morale di questa bella favola natalizia di Graziella D'Ambrosio, illustrata da Luca Ciancio.

Il foglio e le matite colorate 1Sulla scrivania di Babbo Natale, c’erano moltissime lettere inviate da bambini di tutto il mondo. Era la vigilia di Natale e c’era un gran lavoro da fare in quel giorno, gli aiutanti di Babbo Natale avevano pochissimo tempo per preparare i doni da mettere nel grande sacco magico, i folletti, avevano dei magici cappucci verdi ed  erano indaffaratissimi a confezionare i pacchetti con giocattoli, libri, dolci, trenini, bambole e lettini, costruzioni in plastica e tanti altri doni bellissimi e tanto desiderati.

In un angolo però c’era un folletto in difficoltà, non riusciva a prendere una bellissima scatola di matite colorate, la quale non voleva assolutamente andare nella casa dove era stata indirizzata.

Il foglio e le matite colorate 2Il folletto, dalla fretta inciampò nella sua lunga barba bianca e come per magia fece cadere la lettera che un bambino aveva mandato nella fabbrica dei giochi. Che strana lettera: c’erano dei disegni in bianco e nero, solo disegni in bianco e nero!

“Strano, stranissimo” disse il folletto sempre più pensieroso. “ Questo è proprio un mistero: la scatola delle matite colorate non vuole farsi prendere, cado sulla lettera con dei disegni in bianco e nero, senza nessuna richiesta poi! Ci penserò un secondo: forse il bambino non sa ancora leggere e scrivere o forse nel suo paese è tutto in bianco e nero, forse i prati sono neri ed il cielo è tutto bianco, o forse il contrario. Mi farò tre nodi alla mia lunga barba se riuscirò a capirci qualcosa!”.

Il foglio e le matite_3La scatola delle matite colorate si avvicinò al foglio e con garbo gli disse: “Senti foglio, vedo che sei un po’ triste e solo; forse è perché sei senza di noi colori?.  Lo sai che i colori danno gioia e armonia a tutto il mondo? Ci hanno inventato per questo! Guarda, ti chiamo l’azzurro e vedrai che cosa farà!”

Il foglio sventolò un poco sul tavolo in segno di riconoscenza e aspettò che la matita colorata facesse il suo degno lavoro: aveva colorato il cielo di  azzurro! Poi la scatola chiamò il blu  il quale colorò il mare, chiamò il giallo e colorò il sole, chiamò ad uno ad uno tutti gli altri colori che allegramente cantando disegnarono su tutti i fogli che trovarono intorno a loro colorando prati verdi con tantissimi fiori , case, chiesette, animali, laghi, montagne verdi e tantissime altre cose.

Il foglio e le matite colorate4Finalmente  la scatola dei colori fu soddisfatta per aver aiutato il foglio ad essere più allegro e felice, per aver aiutato il folletto a capire il mistero: il bambino che aveva mandato il foglio in bianco e nero, forse non era un bambino molto felice, forse avrebbe avuto bisogno di più attenzioni e la guida di qualcuno che gli facesse vedere la vita a colori.

Il folletto, come si era ripromesso, si fece tre nodi alla sua lunga barba bianca e riuscì a mettere la scatola delle matite colorate nel pacchetto destinato al bambino che aveva inviato quella lettera con il disegno in bianco e nero.

Babbo Natale come al solito, riempito il sacco magico e caricato sulla slitta trainata dalle renne, partì e come tutti gli anni fu puntuale nel consegnare i regali ai bambini di tutto il mondo.

 
Redazione

Leggi Anche


avatar Articolo scritto da Redazione il 08/12/2016
Categoria/e: Favole.



Lascia un commento

Newsletter di Favole e Fantasia

Ricevi i nostri articoli nella tua E-Mail



Favole e Fantasia
Collegati | Copyright 2012-2017 FavoleFantasia.com è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655