Il lupo e l’agnello

"Nulla si può contro la prepotenza"... è l'amara morale di questa favola di Esopo.

Il lupo e l'agnello_Un agnello si dissetava nell’acqua purissima di un ruscello. Sopraggiunse un lupo in caccia: era digiuno e la fame lo aveva attirato in quei luoghi.

Nel vedere la bestiola indifesa gli venne l’acquolina in bocca e decise di trovare un pretesto per attaccare lite, in modo da poterlo mangiare senza che nessuno potesse dire di averlo mangiato senza motivo.

- Hei tu, perché intorpidisci l’acqua che bevo? – disse il lupo.

- Come posso intorpidirla, se l’acqua scorre da te verso me?! - rispose l’agnello.

- La sporchi - insisté il lupo crudele – E poi so che l’anno scorso hai detto male di me!

- Io?! Ma se non ero ancora nato – rispose l’agnello.

- Se non sei stato tu, è stato tuo fratello!

- Non ho fratelli!

Il lupo spazientito ed affamato non lo fece neanche terminare, si avvento su di lui dicendo:

- Allora qualcuno dei tuoi; perché voi, i vostri pastori e i vostri cani ce l’avete con me. Devo vendicarmi!

Detto questo il lupo trascinò l’agnello nella foresta e se lo mangiò.

Redazione

Leggi Anche


avatar Articolo scritto da Redazione il 27/06/2013
Categoria/e: Favole.



Lascia un commento

Newsletter di Favole e Fantasia

Ricevi i nostri articoli nella tua E-Mail



Favole e Fantasia
Collegati | Copyright 2012-2017 FavoleFantasia.com è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655