Barbie

Storia e curiosità della bambola più amata al mondo...

Barbie_1Barbie è la bambola più venduta al mondo; prodotta dalla Mattel, rappresenta una giovane donna americana, il cui nome completo è Barbara Millicent Roberts.

A creare questo personaggio, nel lontano 1959, è Ruth Handler che vedendo sua figlia Barbara giocare con le bambole di carta, si rese conto che le piaceva dare alle bambole ruoli da adulti. All’epoca la maggior parte delle bambole rappresentava neonati. Intuendo che poteva essere una ottima scelta di mercato, Ruth suggerì al marito, socio della Mattel, l’idea di una linea di bambole dall’aspetto adulto.

Dopo un iniziale scetticismo da parte del marito, Ruth aiutata dall’ingegnere Jack Ryan, creò la prima Barbie, cui diede il nome della figlia, Barbara.Barbie 1959 La bambola esordì nei negozi il 9 marzo 1959, con un costume da bagno zebrato, la pelle chiara e i capelli neri legati in una lunga coda: successivamente però sarebbe apparsa quasi sempre bionda.

La bambola piacque subito e la Mattel per consolidarne il successo creò una vera e propria biografia del personaggio con tanto di luogo di nascita (Willow nel Wisconsin), una famiglia, un fidanzato (Ken)

Ken

Ken

e un gruppo di amici provenienti da vari Paesi, da vendere insieme ai relativi accessori a bambine e collezionisti. Sempre da questa biografia apprendiamo che Barbie ha frequentato la Willows High School, nella sua cittadina natale e la Manhattan International Hihg School a New York. Ha traslocato più volte e ha svolto le professioni più disparate. Barbie ha avuto 38 animali: cani, gatti, cavalli, un panda, un cucciolo di leone e persino una zebra e un’orca. Ha guidato decappottabili rosa, camper e molti altri veicoli. Possiede un brevetto di volo per aerei commerciali, sui quali ha lavorato anche come hostess.

Ad accrescere il mito di Barbie sono state le serie di cartoni animati, i Film e i lungometraggi realizzati negli anni; è stato il primo giocattolo ad avere una strategia di mercato basata massicciamente sulla pubblicità televisiva, assumendo un alto valore commerciale. Basti pensare che nel 1959 una Barbie costava 3 dollari, oggi, la stessa bambola è stata aggiudicata per 3552 dollari.

Non sono mancate tuttavia le critiche a Barbie, spesso il termine “Barbie” ha assunto significato dispregiativo di ragazza di bell’aspetto ma priva di spessore e sostanzialmente “stupida”. Ma la critica più frequente mossa contro la bambola è quella di promuovere un’immagine della donna anatomicamente poco realistica, con il rischio che le bambine aspirino ad avere quel tipo di corpo e portarle all’anoressia. Per questo motivo dal 1997, il corpo delle Barbie è stato modellato affinché abbia un bacino più ampio.

Barbie negli anni_jpg

Redazione

Leggi Anche


avatar Articolo scritto da Redazione il 07/05/2022
Categoria/e: Notizie, Personaggi.



Lascia un commento

Newsletter di Favole e Fantasia

Ricevi i nostri articoli nella tua E-Mail



Favole e Fantasia
Collegati | Copyright 2012-2022 FavoleFantasia.com è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655