Il tamburo di pietra

Una bella favola della tradizione indiana...

Tamburo di Pietra 1 Tahula era la bellissima figlia del Capo villaggio: più cresceva, più diventava bella. Il padre pensando a lei si chiedeva:
- Chi è degno di diventare suo sposo?
E si rispondeva: – Nessuno.
I giovani del villaggio ogni giorno portavano doni al Capo per chiedere la mano di Tahula; lui accettava i regali, ma non voleva saperne di separarsi dalla figlia. Escogitò quindi una prova che i giovani avrebbero dovuto portare a termine, compito quanto mai difficile se non impossibile.
- Chi riuscirà a fare un tamburo di pietra, sposerà Tahula.
Quando sentirono queste parole, tutti i giovani, pur consapevoli dell’impossibilità della cosa, si dettero un gran da fare a scalpellare, spianare e a martellare vigorosamente duri pezzi di roccia, ma nessuno ci riuscì.
Fra questi giovani ce n’era uno, Chilam, che amava Tahula più di tutti. Perciò si mise a pensare intensamente a cosa avrebbe potuto fare per vincere la sfida. Tutti i giorni, lasciando il villaggio, diceva di andare a intagliare un tamburo di pietra.
Poi, una sera, tornò alla casa del Capo e disse:
- Ho costruito il tamburo di pietra e vorrei suonarlo per sposare Tahula, ma è troppo pesante. Dammi un cuscino di fumo affinché lo possa portare sulla testa.
tamburo di pietra 2Il Capo fissò Chilam e poi il fuoco dell’accampamento con le sue nuvole di fumo che si innalzavano verso il cielo. Chiamò i suoi figli e ordinò loro di raccogliere il fumo.
I ragazzi corsero dietro al fumo, cercarono di acchiapparlo con le mani e di rinchiuderlo sotto le coperte, ma inutilmente.
Poi il Capo provò personalmente, ma non riuscì ad afferrarne nemmeno una manciata.
- E’ impossibile! – gridò ansimando e tossendo – Mi chiedi di fare una cosa che è praticamente impossibile. Vuoi farmi fare la figura dello sciocco?
Chilam si inchinò e disse:
- E tu perché hai chiesto ai giovani di fare un tamburo di pietra? Anche questo è impossibile. Volevi far fare a tua figlia la figura della sciocca? Perché sicuramente adesso invecchierà in solitudine.
Il Capo sobbalzò dal trono, con gli occhi scintillanti di collera. Poi si rese conto di quanto Chilam fosse stato saggio e coraggioso nel dirgli quelle parole. Chiamò la figlia e disse:
- Tahula, vieni a conoscere tuo marito, che ti ha conquistata con la verità. Mi piace, credi di poterlo amare, figliola?
Tahula uscì dalla tenda di suo padre e prese la mano di Chilam.
- Beh, non è impossibile – disse.tamburo2

Redazione

Leggi Anche

 


avatar Articolo scritto da Redazione il 14/05/2017
Categoria/e: Favole, Primo Piano.



Lascia un commento

Newsletter di Favole e Fantasia

Ricevi i nostri articoli nella tua E-Mail



Favole e Fantasia
Collegati | Copyright 2012-2017 FavoleFantasia.com è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655